giovedì 3 febbraio 2011

poco mi ricordo..

sto girando in macchina per la città.. ed io la macchina non ce l'ho!
incontro mio zio ed il tipo che, per qualche anno, è stato il mio patrigno.. claudio.
mi dicono di parcheggiare e di salire in auto con loro, che dovevano portare la golf di mio zio a sestri levante, da un carrozziere, a sostituire una portiera ammaccata..
dunque, salgo in macchina con loro e ci dirigiamo a sestri, in piazza della chiesa, quella al termine della passeggiata mare..
loro scendono e mi lasciano in macchina.. io ho una tremenda sete d'acqua e comincio a frugare nella speranza di trovarne una bottiglietta (che nella mia auto c'era sempre!).
mentre cerco, noto una macchina carica di gangsters, che mi passa accanto in cerca di mio zio..
io mi nascondo ed attendo l'arrivo dei miei "parenti"..
appena rientrano chiedo: "zio, che cazzo hai fatto?? c'è la mafia che ti sta cercando!"
lui non si scompone, sale in macchina, e comincia a guidare verso casa, tenendo la testa bassa, in modo da non farsi riconoscere dai mafiosi che gli danno la caccia!
a metà dei cavi (l'aurelia da sestri a lavagna) parcheggiamo e ci ritroviamo a piedi.. entriamo in una locanda e mio zio ed il mio ex patrigno si siedono per ordinare da bere.
io dico loro che non ho più voglia di perdere tempo e devo rientrare a casa, anche per recuperare la mia auto.. ma loro se ne sbattono il cazzo!
dunque li saluto ed esco dalla locanda.. continuo la strada verso casa e quasi ci arrivo.. ma a pochi passi dal portone, mi accorgo di aver lasciato le chiavi di casa nell'auto e di avere in tasca solo le chiavi della macchina.
a quel punto rientrano i miei vicini, max ed alessandro (due che nella realtà è meglio lasciare perdere, davvero!), ai quali chiedo una mano per aprire casa. loro mi danno un mazzo di chiavi di riserva ma, quando faccio per inserire la chiave nella serratura di casa mia.. c'è già un altro mazzo di chiavi.. spesso, pieno di chiavi e con un portachiavi estremamente ingombrante..
poi mi sveglio..

Nessun commento:

Posta un commento