domenica 30 gennaio 2011

disadattamento

questo è il secondo sogno della notte.. non l'ultimo, ma l'unico altro raccontabile!
mi sveglio in casa mia (galleria di corso garibaldi, a chiavari).. divido la casa con un essere che è l'incrocio fra binello e roby (col quale ho realmente diviso casa, anni fa..)
mia madre fa gli onori di casa a binello, che manca da un po di tempo, mi fa i complimenti per come ho sistemato casa ma io gli dico: "ora la vedi in ordine, ma fino a qualche settimana fa era ridotta un merdaio! per questo ho avuto la spinta a darle una sistemata!"
casa era una specie di monocamera, nel bel mezzo della galleria.. come fosse un negozio dei tanti, ma adeguato ad abitazione..
ad un certo punto noto un mibiletto, in alto, che mai avevo aperto prima.. mia madre lo apre e lo scopro pieno di super-attack, insetticida, ed altri prodotti per la casa utilissimi, ma che avevo dovuto comprare spesso.. avessi saputo di averli già in casa, sai quanti soldi avrei risparmiato??!!
dunque mia madre se ne va.. "bella!" penso io..
dopo poco binello esce ed io pure, decido di fare due passi.. solo che come metto il naso fuori casa, trovo una mezza folla di gente agitata e vedo binello, vestito da volontario della croce rossa, che mi dice: "guarda wil, cerco di controllare sto tipo che va fuori di testa e torno".. in effetti vedo un paio di persone che cioccano e binello che, assieme ad altri colleghi, le porta via e le carica in ambulanza.
tempo di rientrare in camera, trovo svariate ragazzine sedute sui nostri letti e divani.. "cazzo fate qui, voi??" e loro rispondono di essere parenti della famiglia di roby (che prima era anche binello).
solo che la camera è stata completamente stravolta e spogliata dei mobili più belli..
"cosa avete combinato? e chi vi ha dato il permesso?" loro rispondono che la madre di roby-binello aveva autorizzato il trasloco, tanto la mia parola sarebbe servita a un cazzo!
a quel punto binello rientra ed io mi lamento con lui, solo che lui mi da ragione appieno e mi dice di non preoccuparmi e di dar loro degli ordini.. "ma io non voglio dare ordini, solo mantenere la casa in condizioni umane!", rispondo..
binello sparisce, e mentre faccio per rincorrerlo.. il delirio!
lungo tutta la galleria, musicisti che suonano e nessuna traccia del mio amico!
tastiere, batterie, chitarre, bassi.. e tanti cavi che collegano aste di microfoni ad un mixer..
per un po ascolto la loro musica, tipo una rhumba moderna, niente male!
poi mi volto, e dal lato opposto solo una riga di una dozzina di microfoni su aste, ognuno collegato al proprio mixer.. e tre persone che finiscono di collegarli, sul fondo.
torno verso camera-casa mia.. passo di fronte al mixer principale ed un tipo stempiato e grasso, con gli occhiali, mi dice di levarmi dal cazzo che loro stavano lavorando.. "sei andato a guardare le ballerine, eh?! e mentre io lavoro, tu stai qui a fare un cazzo!"
a quel punto mi guardo attorno e mi chiedo dove fossero ste cazzo di ballerine..?? dunque rientro in camera, mi siedo sul letto, e mentre sto per cacciare quella mandria di ragazzine.. apro gli occhi e sto nel mio letto.. quello reale, sta volta..

Nessun commento:

Posta un commento