domenica 30 gennaio 2011

disadattamento

questo è il secondo sogno della notte.. non l'ultimo, ma l'unico altro raccontabile!
mi sveglio in casa mia (galleria di corso garibaldi, a chiavari).. divido la casa con un essere che è l'incrocio fra binello e roby (col quale ho realmente diviso casa, anni fa..)
mia madre fa gli onori di casa a binello, che manca da un po di tempo, mi fa i complimenti per come ho sistemato casa ma io gli dico: "ora la vedi in ordine, ma fino a qualche settimana fa era ridotta un merdaio! per questo ho avuto la spinta a darle una sistemata!"
casa era una specie di monocamera, nel bel mezzo della galleria.. come fosse un negozio dei tanti, ma adeguato ad abitazione..
ad un certo punto noto un mibiletto, in alto, che mai avevo aperto prima.. mia madre lo apre e lo scopro pieno di super-attack, insetticida, ed altri prodotti per la casa utilissimi, ma che avevo dovuto comprare spesso.. avessi saputo di averli già in casa, sai quanti soldi avrei risparmiato??!!
dunque mia madre se ne va.. "bella!" penso io..
dopo poco binello esce ed io pure, decido di fare due passi.. solo che come metto il naso fuori casa, trovo una mezza folla di gente agitata e vedo binello, vestito da volontario della croce rossa, che mi dice: "guarda wil, cerco di controllare sto tipo che va fuori di testa e torno".. in effetti vedo un paio di persone che cioccano e binello che, assieme ad altri colleghi, le porta via e le carica in ambulanza.
tempo di rientrare in camera, trovo svariate ragazzine sedute sui nostri letti e divani.. "cazzo fate qui, voi??" e loro rispondono di essere parenti della famiglia di roby (che prima era anche binello).
solo che la camera è stata completamente stravolta e spogliata dei mobili più belli..
"cosa avete combinato? e chi vi ha dato il permesso?" loro rispondono che la madre di roby-binello aveva autorizzato il trasloco, tanto la mia parola sarebbe servita a un cazzo!
a quel punto binello rientra ed io mi lamento con lui, solo che lui mi da ragione appieno e mi dice di non preoccuparmi e di dar loro degli ordini.. "ma io non voglio dare ordini, solo mantenere la casa in condizioni umane!", rispondo..
binello sparisce, e mentre faccio per rincorrerlo.. il delirio!
lungo tutta la galleria, musicisti che suonano e nessuna traccia del mio amico!
tastiere, batterie, chitarre, bassi.. e tanti cavi che collegano aste di microfoni ad un mixer..
per un po ascolto la loro musica, tipo una rhumba moderna, niente male!
poi mi volto, e dal lato opposto solo una riga di una dozzina di microfoni su aste, ognuno collegato al proprio mixer.. e tre persone che finiscono di collegarli, sul fondo.
torno verso camera-casa mia.. passo di fronte al mixer principale ed un tipo stempiato e grasso, con gli occhiali, mi dice di levarmi dal cazzo che loro stavano lavorando.. "sei andato a guardare le ballerine, eh?! e mentre io lavoro, tu stai qui a fare un cazzo!"
a quel punto mi guardo attorno e mi chiedo dove fossero ste cazzo di ballerine..?? dunque rientro in camera, mi siedo sul letto, e mentre sto per cacciare quella mandria di ragazzine.. apro gli occhi e sto nel mio letto.. quello reale, sta volta..

sogno nel sogno..

da quel che riesco a ricordare, comincia tutto in viale millo, a chiavari.. mi ritrovo ad incontrare una ragazza estremamente carina con il suo tipo, che fanno la stessa strada che faccio io.. verso il mare, per capirci.
all'altezza della pizzeria da asporto mi cede un ginocchio e finisco in terra.. la ragazza si fa subito vicina, mentre il tipo resta in disparte.. nel frattempo, altri passanti si avvicinano e cominciano a chiedere come sto e cosa mi sia successo.. io spiego "mi ha ceduto il ginocchio sinistro.. nulla di grave, spero.." (anche perchè nel sogno ero convinto fosse un problema ricorrente).
la ragazza carina con il fidanzato si offrono di proseguire con me..
nel sogno casa mia era dove ho vissuto in passato, via castagnola, nei pressi dell'autostrada di chiavari.. io insisto per lasciarli andare, "vado a riposare un pochino" gli dico, ma la ragazza insiste per accompagnarmi..
io declino un'altra volta, per non ritrovarmi in casa la tipina col ragazzo.. ma non c'è nulla da fare.
giunti al portone vedo che ci sono delle veneziane che oscurano l'ingresso, con un cartello "non disturbare" sulla porta.
"impossibile, dai, il portone e le scale non sono ad uso esclusivo delle vecchie che vivono ai piani superiori.." eppure come entro nell'androne, mi trovo innanzi una serie di tavoli circolari con vecchiette che giocano a carte.. una di queste comincia ad urlarmi contro per averle interrotte ed io, giustificandomi, lascio volare le chiavi dalla parte opposta della stanza.. volano su di un paio di tavoli, rovesciando mazzi di carte, e finiscono al lato opposto.
mi scuso e corro a recuperare le chiavi, se non che.. quando le raccolgo, mi accorgo di averle prese a poca distanza da una pantera nera.. mansueta, ok, ma pur sempre una pantera!
poco dopo riapro gli occhi.. mi trovo nel mio letto, con la tv ai piedi di quest'ultimo..
sono solo nel letto, quindi immagino sia stato tutto un sogno..
solo che dopo qualche secondo sento un sospiro, ai piedi del letto, oltre la grande tv..
è la ragazza di prima, carina come non mai, con un babyboll blu, con pizzo nero.. splendida..! si avvicina al letto in lacrime, mentre ancora sto chiedendomi come possa aver attirato una tipa così fica nel mio letto..??!!
le faccio spazio e lei si infila sotto le lenzuola.. io le chiedo "ma cosa fai qui?", e lei continua a piangere.. mi chiede scusa perchè la sera prima ha combinato un casino a letto..
"quale casino?" le chiedo.. e lei: "perdonami, ma non sono riuscita ad azionare la videocamera, quando me lo hai chiesto..". videocamera?? "ma perchè, abbiamo scopato??" le chiedo..
e lei: "si ma non sono riuscita ad azionare la videocamera..!"
a quel punto la abbraccio per consolarla, dicendole però: "abbi pazienza, ma io non mi ricordo assolutamente di averti scopata.."
lei pare non credermi e mi si fa più vicina.. ma in quel momento mi sveglio..
sempre sul più bello, per dio!

sabato 29 gennaio 2011

questo è di settimana scorsa..

cominciamo con il sogno cardine, quello che per primo ho appuntato su post-it ed appeso al muro vicino al letto.. l'inizio non lo ricordo, ma mi trovavo a svegliarmi nel mio letto.. ma a sto giro il mio letto era sito nel bel mezzo di una giostra per bimbi (quelle classiche con le macchinine che girano e la coda da prendere al volo, avete presente??).. beh, mi sveglio ed esco da quella che io ritenevo casa.. presto mi vengono incontro sally (la mia tata) ed un altro animaletto domestico che ero convinto di avere da tempo: un facocero con gli occhi strabici.. normale, per come la vedevo! usciamo dalla giostra-casa e mi ritrovo in piazza a lavagna, quella dove di solito montavano le giostre, vicino al lungomare..
lì mi viene incontro Hyst, il fratello di Jesto (per chi sa..) e mi porta a casa loro, dove sto a vedere mentre producono per qualche ora e fumano bong a ripetizione.. non mi tiro certo indietro, non vorrei offenderli! musica e rime da paura, che però ora non ricordo assolutamente.. solo ricordo che mi sentivo ispirato.. poi io chiedo ad Hyst: "ma sei tu quello della pubblicità del detersivo, dove c'è pure Ariel (il comico che fa il finto filippino)" e lui mi pare stranito e se ne va..
esco da casa loro e mi ritrovo a mallorca (dove son nato, per capirci) ma non aveva nulla in comune con ciò che ricordo di mallorca.. solo che sapevo di essere lì..
a quel punto torna con me sally.. per fortuna il facocero no! ma tempo di far due passi per le vie del centro e sally scappa..
la rincorro ma in quel momento mi fermano 2 sbirri in strada e tirano fuori del fumo dalla mia tasca.. fumo?? io non ce l'avevo il fumo, penso.. e come se non bastasse, la troia della mia ex che rincara la dose: "si, arrestatelo che lui il fumo lo spacciava!".. (puttana!!!!)
ma quando spiego ai gendarmi che stavo rincorrendo il mio pitbull in fuga, non so perchè, mi lasciano andare..
io continuo a seguire sally ma dato il tempo perso con gli sbirri.. la perdo di vista. dopo poco intravedo un cane, stessa razza, stesso colore e gli corro appresso, riuscendo ad acchiapparlo. solo che non era sally!
continuo la ronda e.. stessa scena: cane uguale, ma un filo più esile, che però non era sally, nemmeno lui!
stremato cerco di tornare a casa (non nella giostra, ma a casa a mallorca) e per miracolo vedo sally con mio zio al guinzaglio.. mi porto comunque dietro gli altri due pitbull ed esulto.. ma come saluto mio zio e faccio per prendere il guinzaglio del mio cane.. lei scappa, insieme agli altri due, ed attraversando la strada viene presa in pieno da una macchina.. io bestemmio e..
mi sveglio con quasi le lacrime agli occhi.. solo che poi sento la gamba addormentata ed un peso morto che russa su di essa.. la mia tata, sally!
questo era uno di quei cazzo di sogni che non amo fare.. ma che mi ricordano quanto ci tenga alla mia belva..

venerdì 28 gennaio 2011

comincia oggi..

wilsonirico, è così che ho deciso di intitolare questo blog.
nelle ultime settimane mi è capitato di fare sogni davvero curiosi ed improbabili.. solitamente, durante la notte, mi sveglio almeno 3 o 4 volte per andare in bagno o comunque per rigirarmi nel letto, perchè dormo su di un lato e mi si addormenta spesso la parte sottostante. ma sono stati gli ultimi sogni che ho fatto (e che per miracolo ho cominciato a ricordare) a spingermi a questa decisione: fondare un blog con narrazione dettagliata delle mie avventure nel mondo dei sogni. anche perchè certi sogni riesco pure ad amministrarli, altri invece no.. vi è mai capitato, nel bel mezzo di un sogno, di rendervi conto di stare sognando, tanto assurda fosse la situazione in cui vi siate trovati e di riuscire, quindi, ad alterare a piacimento il sogno?
beh, a me capita spesso, e quando riesco a capire di essere all'interno di un mero parto della mia fantasia.. non avete idea di ciò che faccio passare ai personaggi che hanno la sfiga di imbattersi in me.. da "violenza carnale" sulle belle ragazze a pestaggi furiosi di chi mi può stare sul cazzo al momento.. però succede pure che io voglia scappare da qualche pericolo e non riesca a correre (corro ma pare che i piedi non facciano presa sul terreno.. e mi snerva tutto ciò!) o che voglia tirare un pugno in faccia a qualcuno senza che il mio pugno abbia il minimo effetto, o che voglia gridare ma non mi esca un filo di voce, se non uno strano lamento degno più di un down che di una persona furente.. penoso, giuro! fortuna che poi mi sveglio..
ma sognare, tutto sommato, mi piace.. anche se a volte mi sveglio con il batticuore per lo spavento.. o se altre volte mi sveglio convinto di aver trovato dei soldi in terra.. e poi la logica scesa.. sognare mi piace!
non avessi una vita (se pur miserevole) da vivere sveglio.. giuro, passerei le giornate steso in un letto ad aspettare la giusta avventura onirica..
quelle che vi descriverò, nei particolari più assurdi, ovvio, non saranno certo storie straordinarie od avvincenti.. ma saranno fedeli al massimo a ciò che avrò vissuto "notte natural durante".. spero solo che possa farvi passare un minimo l'incazzatura della giornata, pensando magari a quanto possa essere stronzo il tipo che ve le ha narrate.. nel senso, guarda quanto stà male wil per renderti conto che in fondo.. la tua vita non è poi così male..! un abbraccio..